Contenuto principale

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

La trattoria-hosteria il Brigante regala da più di vent'anni grandi emozioni culinarie.

L'oste, Alessandro (detto Sandro, o il Brigante?!) e la cuoca Antonia, coadiuvati in sala dal figlio, hanno creato un piccolo capolavoro di semplicità che costituisce, senza alcun dubbio, la nostra scelta preferita a Salerno.

Il ristorante si trova nel cuore del centro storico, a pochi metri di distanza dal bellissimo Duomo.

All'interno i tavoli e le panche in legno disegnano un ambiente semplice, arricchito dalle foto dei più celebri briganti dell'ottocento; uomini che si ribellarono alle promesse non mantenute dei "liberatori" venuti dal nord. Un messaggio "anarchico" che proprietario diffonde concedendo una grande foto anche a Giuseppe Pinelli.

Sandro è un poco burbero, seduto al suo tavolo, ora che il ristorante non è ancora pieno, si legge il giornale. Ci porta un menu... Un solo menu scritto a penna per tavolo, anche se siete in dieci.

Questo lo racconto per far capire che "Il Brigante" è chiaramente un ristorante genuino, e che se volete un servizio più curato, un ambiente magari meno freddo (noi siamo andati d'inverno e la sala era gelida!), insomma non una trattoria, vi consigliamo di recarvi alla non lontana Osteria Canali (clicca qui).

Ma vi perdereste un grandissimo posto!

A proposito della genuinità del brigante: ho letto qualche critica rivolta dell'oste che io ho invece trovato molto disponibile e di buona chiacchiera. Un personaggio unico che contribuisce a rendere il ristorante un luogo speciale. E comunque, da quello che ho sentito dire, ogni volta che Antonia non può cucinare, il Brigante fa le sue veci alla grande, senza farne rimpiangere l'assenza.

Ma passiamo a quello che maggiormente interessa: la cucina.

Io ho mangiato una delle paste più buone della mia vita: il tubetto di pesce. Una pasta-zuppa (prima si mangia con la forchetta poi si passa al cucchiaio)

veramente straordinaria!

 

 

Il menu cambia giornalmente, molto celebri e apprezzate sono le linguine con le aliciuvapassa e pinoli e la tortiera di riso (con cozze, patate e zucchine). Piatti che testimoniano l'influenza delle vicine regioni del sud sulle scelte proposte dal brigante.

Come contorno noi abbiamo mangiato delle verdure (friarielli e verza) stupende. Garanzia, dal mio punto di vista, della qualità di un ristorante che non transige sulla qualità delle sue materie prime.

Tra i secondi segnaliamo la parmigiana di pesce, le frittelle di baccalà, il calamaro con zucca, le braciole di capra.

 

 

 

 

Vi consigniamo sicuramente di privilegiare la scelta di pesce rispetto ai piatti di carne non sempre riuscitissimi.

I dolci, unica nota non all'altezza per la poca offerta: a noi hanno proposto il babbà e una pannacotta (a dir la verità molto buona).

 

 

Il conto: 30 euro in due.

Grazie a Sandro e Antonia! Una trattoria a condizione familiare che regala grandi emozioni... Bravi! Siamo sicuri che manterrete intatto, come avete fatto negli ultimi anni, il vostro piccolo capolavoro.

PS: La sera apre alle 20.30!

 

Hosteria Il Brigante

SERVIZIO: da osteria

PARCHEGGIO: in pieno centro storico (parcheggiate sul lungomare e fatevi una passeggiata che Salerno è bella!)

PREZZO: 15-20 euro

GIORNO DI CHIUSURA: il lunedì (e tutta la seconda metà di Agosto) APRE ALLE 8.30!

INDIRIZZO: Via Fratelli Linguiti 4

TEL. 089-9438729

 

 

Comments powered by CComment