Contenuto principale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Io sinceramente neanche lo sapevo che il lardo di Colonnata potesse essere così buono (grazie Venanzio!), e a dir la verità non avevo focalizzato neanche tanto bene dove fosse Colonnata. Tant’è che eravamo dalle parti di Massa Carrara e stavamo cercando un buon ristorante che potesse alleviare le nostre fatiche lavorative.

Che scoperta! Che meraviglia!

Il piccolo borghetto medievale si raggiunge attraverso una strada impervia che si arrampica sulle Alpi Apuane. Qui le cave dove viene estratto il marmo si susseguono numerate una dopo l’altra. Grandi lastre di marmo bianco, estratte fin dai tempi dei romani, e oggi esportate in tutto il mondo (crisi premettendo… Sic!), giacciono appoggiate al ciglio della strada. Il viaggio varrebbe la pena farlo comunque ma, gia che siamo quassù, perché non gustarsi un bel piatto di quel famoso lardo che ormai tanto spopola?

E grazie alla nostra bibbia della cucina (come l’ha giustamente chiamata il proprietario), siamo arrivati nel posto giusto.

 

 

Il papillon con cui il proprietario ci apre la porta ispira tanta simpatia, l’amore con cui ci racconta la storia del ristorante una garanzia di qualità. Ho letto delle recensioni su Venanzio di altri siti che ne criticano il prezzo: in due noi abbiamo speso 70 euro con tre antipasti, due primi, un secondo, un dolce, una bottiglia di vino e due liquori gentilmente offerti dalla casa. Poi se ordinate la tagliata con il tartufo sono affari vostri... Ma non lamentatevi! No mie cari critici da strapazzo, stiamo parlando di un ristorante che vale bene ogni centesimo speso: il lardo, stagionato 14 mesi e prodotto dalla famiglia quasi esclusivamente per il ristorante era stre-pi-to-so! Sembrava di mangiare un prosciutto per quanto era delicato; l’angus cruda con cui era accompagnato era anch’essa straordinaria. Buono anche il tortino di formaggio, e poi… poi i ravioli! Il pomodori con cui erano conditi era freschissimo e di un colore rosso chiaro che non lasciava dubbio sulla sua genuinità; il ripieno era sublime: arista e manzo cotti tre ore, bietola, erbette e non so quale altra diavoleria che li rendeva deliziosi e particolari con il loro leggero gusto agrodolce. Anche il coniglio al lardo di Colonnata era buono, ma sinceramente la nostra promozione Venanzio l’aveva già abbondantemente conseguita.

 

 

 

 

 

 

 

 

Per finire il dessert, una classica creme brulée fatta con tutti i crismi della creme brulée.

 

 

Vi segnaliamo alcuni altri piatti interessanti del menu: lardo con mostarda, uova al tartufo, tagliolini al tartufo, lasagnette verdi impastate con borragine, pappardelle alla lepre, faraona ripiena di tartufo, filetto al lardo al sugo di Chianti.

Un menù esteso con piatti eseguiti con accuratezza.

Gran posto!

P.S. Ringraziamo la mano di Sacha che si è prestato per la foto.

 

Venanzio

SERVIZIO: buono

PARCHEGGIO: facile in inverno, più difficile in estate

PREZZO: 35 euro

TEL. 0585758033 (prenotate d’estate!)

CHIUSURA: Giovedì e Domenica sera (e fine Dicembre)

INDIRIZZO: Piazza Palestro 3, 54030 Colonnata (Massa Carrara)

SITO: www.ristorantevenanzio.com

POSITIVO: ottimi piatti a base di lardo, ambiente elegante, menu con proposte mai banali

NEGATIVO: -

 

 

Comments powered by CComment