Contenuto principale

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

 

Quando qualcuno vi dice che fa la pasta fatta in casa, non stupitevi troppo... In realtà è un'impresa meno impegnativa di quanto si possa pensare.

La pasta all'uovo è facile da tirare e vi farà fare un figurone.

 

Ingredienti: noi abbiamo usato queste dosi (per circa 4 persone, una trentina di ravioli):

  • 120 grammi di farina 00;
  • 80 grammi di farina di grano duro;
  • un goccio di olio;
  • un pizzico di sale;
  • 1 uovo intero
  • 4 tuorli d'uovo;
  • farina di semola q.b. per stendere

Per prima cosa mettete le farine (meglio se setacciate) su un tagliere e scavateci in mezzo un cratere. In questo modo avrete fatto il più: la mitica fontana!

Ora dentro il cratere metteteci i 4 tuorli.

 

 

Con una forchetta cominciate, lentamente, a far finire la farina dentro il cratere mescolandola con le uova. Attenzione a non far uscire le uova dalla fontana! (che diventerebbe veramente una fontana) Mano a mano le uova, mischiate alla farina, diventeranno più solide. Iniziate a lavorare la pasta con le mani mescolandola con la farina in avanzo. Aggiungete un goccio d'olio e un pizzico di sale.

 

 

Lavoratela per circa dieci minuti spingendola, usando il palmo della mano, contro il ripiano.

Una volta che avrete ottenuto un impasto solido, lasciatelo riposare per 30 minuti in frigorifero, avvolgendolo dentro un panno oppure nella pellicola trasparente.

 

 

Poi spargete a pioggia un po' di farina di mais sul piano di lavoro (altrimenti la pasta si attacca!) e lavorate la pasta con le mani per qualche minuto (senza esagerare!). A questo punto tiratela con un mattarello, oppure, se siete meno eroici, con la nonna papera (macchina per tirare la pasta) a mano o elettrica, partendo dalla larghezza più grande (1-2) andando a diminuire progressivamente fino allo spessore desiderato.

A questo punto stendete le strisce di pasta sul piano con la farina di mais e tagliatela come preferite: a rettangoli irregolari (maltagliati), formando dei rotolini che poi affetterete con un coltellino sul lato corto, ottenendo così le tagliatelle (ma anche pappardelle e taglioni: dipende quanto taglierete finemente)... Oppure potete ricavare dei rettangoli da riempire con i ripieni, e fare dei ravioli, o dei quadrati piccolini e arrotolarli e chiuderli per avere il tortellino... insomma sbizzarritevi!

Questa pasta come la fate è buona. La condite con il burro e parmigiano: buona. La condite con il ragù della Barilla: buona (vergogna!!!!). Ci fate i ravioli: buona. Insomma, buona!

Comments powered by CComment