Contenuto principale

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

Questo sformato di tagliatelle con piselli, mozzarella e prosciutto cotto è tanto buono quanto bello, quindi si rivela davvero una scelta strategica in caso di cene numerose per fare da “secondo” primo.

La cosa davvero positiva è che parte da ingredienti praticamente già pronti, e questo lo rende davvero veloce da fare.

Ingredienti:

  • 500 gr di tagliatelle o fettuccine (sottili)
  • 300 gr di pisellini (se li avete freschi, altrimenti anche congelati vanno benissimo)
  • mezzo scalogno tritato
  • 200 gr di mozzarella
  • 100 gr di prosciutto cotto
  • 40 gr di burro
  • Parmigiano a volontà
  • Pan grattato q.b.
  • Panna per cucina 1 confezione
  • Timo, maggiorana, salvia
  • Un po’ di latte

 

Lessate (se necessario) i pisellini per pochi minuti e poi ripassateli in padella con l’olio e lo scalogno fino a cottura ultimata. Salate e pepate e tenete da parte.

 

Lessate in abbondante acqua salata le tagliatelle e scolatele al dente tenendo da parte l’acqua di cottura (mi raccomando). Condite velocmente con il burro e abbondante parmigiano, se vedete che si secca troppo aggiungete acqua di cottura.

Sistemate metà delle tagliatelle in un stampo ad anello (tipo ciambellone) imburrato (nel mio caso no, ma ho usato uno stampo di silicone). Farcite con fettine di mozzarella fresca e prosciutto cotto e ricoprite con le restanti tagliatelle. Ricoprite di pan grattato e mettete nel forno a 180 °c con il grill finché la superficie non sarà dorata.

 

 

 

 

Nel frattempo in un pentolino antiaderente scaldate la panna con un po’ di latte fino ad ottenere una consistenza morbida e abbastanza liquida. Salate e pepate e aggiungete le erbette tagliate fini e lasciate insaporire. Se diventasse troppo denso aggiungete un goccio di latte.

 

 

Sformate il timballo su un piatto da portata. Nel buco centrale mettete i pisellini e irrorate le tagliatelle con la panna aromatizzata.

 

 

Bello da vedere... ma soprattutto buono da mangiare!

Comments powered by CComment