Contenuto principale

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Io adoro la cacio e pepe... Piatto facile e veloce che nasconde però qualche insidia che proveremo a superare assieme a voi.

 

Innanzitutto bisogna chiarire una cosa: nella cacio e pepe ci va anche l'olio. Non un litro di olio come spesso capita nelle trattorie romane. Ci vuole un goccio d'olio per aromatizzare il pepe.

Questi gli ingredienti per 2 persone:

  • 250 grammi di spaghetti (o rigatoni)
  • 30 grammi di Parmigiano (circa!)
  • 60 grammi di pecorino  (circa!)
  • Un poco d'olio
  • Pepe nero
  • Scorze di limone o 1/2 carciofo (facoltativi)

 

 

Fate bollire dell'acqua, salatela e buttateci gli spaghetti.

Scaldate dell'olio in una padella grande, una volta che l'olio è caldo aggiungete il pepe nero e se volete delle scorze di limone che serviranno a stemperare il sapore forte del pecorino (consiglio del mio chef al corso di cucina). Fate andare il fuoco per un paio di minuti.

 

 

Prendete una tazza e riempitela con l'acqua della pasta. Scolate gli spaghetti almeno tre minuti prima della giusta cottura. Accendete il fuoco della padella con l'olio e metteteci dentro l'acqua che avrete preso dalla cottura. Buttateci dentro gli spaghetti e cuoceteli finché non sono pronti (al dente, mi raccomando!), aggiungendo in caso altra acqua della cottura. Spegnete il fuoco lasciando gli spaghetti con dell'abbondante sughetto (acqua di cottura e olio) che eviterà di fare della vostra cacio e pepe un bel pappone. Aspettate che si raffreddi per circa un minuto (altrimenti il cacio si cuoce!) e buttate un poco alla volta dentro la padella il cacio e il parmigiano. Se siete capaci spadellate con un rapido movimento di bacino accompagnato dal movimento del polso. Se invece non siete tanto pratici, vi consigliamo di mescolare con un mestolo. Nel caso non si sia formata la magggica cremina, aggiungete ulteriore acqua di cottura (senza esagerare!)

 

 

Pepare a piacere.

Se poi volete aggiungere un tocco di classe potete friggere del carciofo tagliato a pezzettini e presentarlo assieme alla cacio e pepe come ultimamente si usa in qualche trattoria sofisticata romana.

 

Comments powered by CComment