Contenuto principale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

pane di hokkaido 2.jpg

Avete presente quel pane al latte morbidissimo irresistibile?  E' il pane di Hokkaido di origini asiatiche. La sua tecnica di lavorazione (metodo tangzhong) permette di ottenere un pane molto soffice e leggero partendo da un un mix di acqua (o latte) e farina che conferisce agli impasti elasticità, morbidezza e idratazione. Non è dolce nè salato, ma è un pane perfetto per la colazione, e, anche quando saranno passati i giorni, sarà perfetto per i French Toast o altre meravigliose ricette di recupero. La mia amica Igiea lo ha ribattezzato il "pane di Hokuto" in omaggio a Ken il Guerriero e pertanto non potremo fare a meno di chiamarlo così...

La ricetta che riporto è una versione "veloce", senza pre-impasto secondo il metogo tanzhong, ma tanto buona!

E' indicato il procedimento con la planetaria, ma potete anche impastare a mano.

Ingredienti

  • 500 g di farina manitoba
  • 100 g di panna da montare fresca
  • 210 g di latte 
  • 12 g di lievito di birra fresco o 4 g di lievito di birra disidratato
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 25 g di latte in polvere (facoltativo)
  • 60-80 g di zucchero (a seconda di quanto lo volete dolce)
  • 7 g di sale
  • 1 uovo

Per spennellare prima e dopo la cottura

  • 1 tuorlo d'uovo
  • latte
  • burro (post cottura)

Mettere il latte, la panna, il lievito sbriciolato ed un cucchiaio di zucchero nella ciotola della planetaria ed avviatela con il gancio a foglia mescolando dolcemente fino formare una schiumetta. Aggiungete la farina setacciata un cucchiaio alla volta e continuare a mescolare a bassa velocità in modo che si amalgami bene, aggiungete poi anche lo zucchero ed il latte in polvere (quest'ultimo facoltativo). Aggiungete poi l’uovo leggermente sbattutro in due riprese fino a completo assorbimento  ed in ultimo il sale. Una volta amalgamato bene cambiate il gancio e utilizzate quello per impastare e impastate per 5 minuti e poi lasciate riposare per 10 minuti. Riprendete a impastare fino ad incordatura ossia fino a quando l’impasto si staccherà bene dalle pareti della ciotola e si avvolgerà intorno al gancio (se lo prendete tra le mani si formerà un velo). 

 

IMG_4360_(1).jpg

 

Mettete l’ impasto sulla spianatoia e lasciamolo riposare all’aria per 25-30 minuti. A questo punto stendetelo leggermente con le mani o il mattarello e fate le peghe, come in figura.

 

 come-fare-le-pieghe-di-rinforzo-720x380.jpg

 

Io vo consiglio di fare 2-3 giri di pieghe. Alla fine arrotondate l'impasto ripiengando il bordi verso il basso in modo da ottenere una sfera bella tesa (immagine 6) e potenetela in una ciotola capiente, coprite con la pellicola e mettete a lievitare in forno tipiedo a circa 26-28°C (ma spento) fino al raddoppio. Ci vorranno almeno 1-2 h.

Potete decidere, prima di mettere l'impasto a lievitare,  di mettere l' impasto in frigo a maturare* tutta la notte , dopo averlo lasciato un’ora a temperatura ambiente. La maturazione permette alle proteine, amidi, grassi di scomporsi progressivamente in elementi più semplici che saranno carburante per i lieviti. Questi processi indeboliscono la struttura dell’impasto rendendolo meno tenace, più estensibile e più facilmente digeribile. Quando lo rimuoverete dal frigo avrete bisongo di 1-2 ore a temperature ambiente prima che cominci a lievitare

Una volta lievitato (raddoppio) dividente l'ilmpasto in 4 palline e lasciate riposare coperte per 5 minuti.

 

IMG_4362_(1).jpg

 

Stendete le pannine formando una striscia allungata e arrotolate ogni striscia dal lato più corto.

Stendete ogni rotolino ottenuto nel verso del lato lungo, formando nuovamente una striscia spessa circa mezzo centimetro e arrotolare di nuovo dal lalto più corto.

Posizionate rotolini con la chiusura verso il basso in uno stampo da plumcake da 29 cm rivestito di carta da forno imburrata e coprite lo stampo con pellicola e lasciate raddoppiare, ad una temperatura di circa 26-28°  (circa 1 h).

 

IMG_4364.jpg

 

Spennellate con il tuorlo sbattuto nel latte.

 

IMG_4369.jpg

 

Infornate in forno già caldo a 180 °C in modalità statica per circa 30 minuti, se dovesse colorirsi troppo in superficie coprite con un foglio di alluminio.

Sfornate e spennellate con abbondate burro fuso finchè ancora caldo.

 

IMG_4372_(1).jpg

 

Dopo 10 minuti massimo rimuovete dallo stampo e lasciate raffreddare. Ecco il vostro meraviglioso e morbidissimo pane di... HOKUTO :-)

 

pane di hokkaido 2.jpg

Guardate che bella la fetta...

pane di hokkaido.jpg

 

p.s. si mantiene davvero a lungo se conservato in un sacchetto di carta ben chiuso o avvolto in un panno da cucina. E' perfetto da utilizzare per i French Toast di cui trovate la ricetta cliccando sul link! 

 

Comments powered by CComment