Contenuto principale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

In questo articolo riproponiamo la nostra versione del raviolone ricotta e spinaci con il "tuorlo fondente" che abbiamo mangiato alla Trattoria Monti di Roma.

Il piatto è buonissimo e spettacolare: un grande raviolone condito burro e salvia che una volta aperto esploderà il tuorlo parzialmente cotto.

Questi gli ingredienti per circa 3 ravioloni:

  • 100 grammi di spinaci
  • 250 di ricotta
  • 20 grammi di robiola
  • 5 grammi di prezzemolo
  • 15 di parmigiano
  • 15 di pecorino
  • Q.B di noce moscata, pepe e sale
  • 2 spicchi di aglio
  • 500 grammi di pomodoro (facoltativo)
  • 3 tuorlo per raviolone
  • burro (meglio se chiarificato)
  • salvia

Per la pasta all'uovo trovate la ricetta cliccando sul link.

Mettete gli spinaci (freschi o surgelati) in un padella antiaderente con uno spicchio di aglio e un goccio di olio. Gli spinaci di per sè rilasciano acqua quindi possono essere cotti senza aggiunte. Salateli e strizzateli quanto potete (aspettate che si raffreddino un poco... e impegnatevi molto!!). Unite agli spinaci la ricotta, il parmigiano, il prezzemolo tritato, il pecorino, e la robiola. Aggiungete un pizzico di pepe e noce moscata.

Stendere la pasta sottile sottile (spessore 7-8 delle macchinette tipo Imperia), che ci permetterà di cuocere il raviolo per pochissimo tempo, minimizzando il rischio di cuocere il tuorlo d'uovo contenuto all'interno. Posizionate sopra la sfoglia un rettangolo con il ripeno lasciando una piccola conca per il tuorlo.

Posizionate il tuorlo nella conca e chiudete il raviolone bagnando con dell'acqua i bordi e richiudendo la sfoglia su se stessa (Fate pressione per far uscire l'aria residua). Ritagliate la pasta in eccesso.

Mettete 60 grammi di burro (meglio se chiarificato), in un pentolino e fate cuocere delle foglie di salvia.

Lessate il raviolone in abbondante acqua salata per 2 minuti. State molto attenti ai tempi di cottura (brevissimi): il tuorlo all'interno deve rimanere crudo! Noi abbiamo utilizzato una padella grande... in modo da poterlo rigirare con più facilità. Scolatene uno alla volta (consiglio di raccoglierli delicatamente con una schiumarola) e posizionate sui piatti da portata.

Conditelo con il burro e salvia, spolverate con il parmigiano.

Una volta aperto il raviolone svelerà il suo cuore fondente... e buon appetito!

 

P.S. L'alternativa, per i più timorosi dell'uovo crudo, è il condimento al pomodoro. Proprio come fanno alla trattoria Monti!

Comments powered by CComment