Print
Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

 

Lo straordinario melting pot di questa città si concretizza in ristoranti di grandissimo livello che ripropongono la cucina delle diverse etnie che popolano New York. Fare il turista a New York vuol dire anche provare ottimi ristoranti messicani, tailandesi, cinesi, italiani e ovviamente giapponesi.

Tomoe è un piccolo ristorante giapponese a Greenwich Village, pochi coperti, tavoli in legno e il classico bancone dove viene preparato il sushi.

Come fa questa bettola ad essere considerata da molti il migliore ristorante giapponese della città sinceramente non lo so. A New York la passione per il giapponese è ormai consolidata da molti anni (ovviamente è arrivata molti anni prima rispetto a noi che siamo alla periferia dell’impero) e di ristoranti ce ne sono tantissimi, molti anche eleganti e alla moda.

Eppure questo non scoraggia i tanti appassionati che dalle sette di sera danno vita ad una ordinata fila sulla Thompson per gustarsi un pezzo di pesce fresco da Tomoe. Non essendo possibile prenotare qualche minuto di fila è quasi obbligatorio, a meno che non vogliate farvi uno spuntino pomeridiano all’apertura delle 17 o andare a pranzo alle 12.

 

La nostra cena è cominciata con degli ottimi maki di tonno sbagliando completamente ordinazione. Infatti un piatto è composto da 3 rolls (17,5 dollari) e ogni roll è composto da sei maki, noi ci siamo ritrovati sommersi visto che ne abbiamo ordinati due! Il tonno era sicuramente freschissimo, abbondante e molto morbido. I sushi e sashimi sono molto particolari, i tranci si pesce sono molto abbondanti e il taglio sembra meno preciso rispetto a quello che eravamo abituati a vedere.

 

 

 

 

E forse è proprio questo il segreto del successo di Tomoe, un locale che possiede un tocco di casareccio, un servizio gentile e del pesce indubbiamente fresco.

Di seguito alcuni altri piatti che potrete trovare da Tomoe: costolette di maiale (8 dollari), l’ottima insalata di sashimi (10 dollari), ceviche di salmone (8 dollari), i calamari fritti (9 dollari, deludenti), la tempura (9,5 dollari) oltre alla classica zuppa di miso servita come accompagnamento.

 

 

Le porzioni sono abbondanti e il prezzo è nella norma.

Non dimenticatevi di lasciare la mancia. Noi abituati al Giappone (dove non si lascia) e ad alcuni ristoranti giapponesi provati a Londra (non l’avevano voluta in rispetto alla tradizione del paese d’origine) siamo andati via senza lasciarla. Risultato? La proprietaria ci è corsa dietro chiedendo la mancia per i camerieri. E devo dire che godersi lo spettacolo dell’imbarazzo sul suo volto, dovuto alla timidezza-pudore tipica dei giapponesi, è valso i cinque dollari che le abbiamo lasciato!

Un ottimo indirizzo!

 

Cliccate qui per la lista completa dei ristoranti che consigliamo a NY

 

Tomoe

SERVIZIO: cortese

PARCHEGGIO: a NY si gira con la metro!

PREZZO: 30 euro

TELEFONO: (212) 777-9346

GIORNO DI CHIUSURA: domenica

INDIRIZZO: 172 Thompson Street  New York, NY 10012

POSITIVO: ambiente rustico, sushi fresco e abbondante, servizio gentile, per qualcuno il miglior sushi di New York

NEGATIVO: spesso bisogna fare la fila per mangiare, ambiente rustico, 

PIATTO DA NON PERDERE: maki di tonno

 

Hits: 10664